giovedì 25 dicembre 2014

Merry Christmas!

Un veloce saluto per augurare a tutti voi un buon Natale!!! Che siate accanto o lontano dai vostri cari. Soli al lavoro o circondati da amici!
Buon Natale a tutti!!!

A fast post for say at all of you a Merry Christmas!
I wish you a lovely day wheter if you are close to your parents and relatives or far from their!
I hope you could spend this magic day with your friends. And a beautiful day also to whom today have to work. 
Merry christmas!!!

mercoledì 10 dicembre 2014

Italian holiday

Hey guys what's up?

Guss what? I'm going to spend new years eve in Italy...
Yes!!!! I've already booked my flight. It will be awesome!!!!
I will see my mum, my sister and all her family! I will see my grandma....
Ok, let's talk about that from the beginnig!
In the last few weeks I worked a lot. Some week, i did it more than 70 hours... That because I had in my mind one target... Book my flight for go back Italy... Of course it will be just for 5 weeks, I'm not gonna stay there longer, I'm always sure that my life has to be here.
So, as I said, i worked and I still do it, because ticket for Italy it's really expensive... But, yesterday I bought it, so now I'm really really happy!
I'm going to fly with Emirates, one of the best airlines in the world. I'm going to stop in Dubai and then Malpensa (Milan)...
I will leave Australia the 29th of December and I'll be back the 8th of February!!!
I'm so excited due to i will meet also a lot of frieds! my italian friends, my suisse friends and maybe also from other country! I can't wait for that!!!!
I'm also looking foreward to see again my mum... She will pick me up at the airport! The same one where more than one years ago we had to say goodbye...
I would do something funny for that moment... Like I will grow my beard and i will wear some Oz t-shirt or some strange hat... I would see if she will recognize me!!!
I'm sure that she will! ahahahah
I'm also happy because in that date, my sister with the whole her family will be in my mum's house! So, i will have the opportunity to meet also my nephews...Julien and Samuel! The last one i saw just once, when he was just born... So i will be a unknown memeber of his family...
I can't wait also to hug my friends! I'll have a few dinner out. I'll meet also Domenico,my travelmate during the big roadtrip. Leo my housemate! Milene,my crazy lovely friend. Eva,my Friend with the F in capital letter. Sania, my cute little sister and Laura, a special friend of mine!
I've already organized a big dinner at restaurant with my friends from Lodi and another one with my Corse holiday mate...
Last but not the least i will have a lot of pizzas... The real one... Because in Australia, they called pizza something not even close to it.... And you usually have to pay more than 20\25 dollar for that...
So, yes, it will be also a food holiday.... I don't care about my weight! I'll lost all of this kilos when i'll be back in Perth, and as a poor student i won't have food in my fridge!!!
Keep in touch, because It's already started the countdown for my departure!
See ya guys! Take care!

lunedì 24 novembre 2014

3 jobs

Hi guys! 
I've told you that I would write one post every day for let you know about what's on in Perth.... Unfortunatly or fortunatly I've got two more jobs, so I don't have time to publish nothing.
Last week i have worked for 72 hours.... In one week! Crazy Isn't it? Anyway it's a good way for earn money and save it! I told you that in february I'm going to study and i won't have time to work so much....
So... I'm going to tell you about my new jobs
The first one is in a Catering company, called Beaumont. It used to organize party Around Perth and surround. I work as waiter. I have to wear as penguin, but it's not so bad. And the salari is ridiculos ( it means that it's very high!)
My second new job is in a french café in a shopping center! I'm the main barista. It's really busy. I made, last saturday, more than 7 kilos of coffe... If you think that in my café in Italy i used to made 1 or 2 kg per day....

Today i had my first afternoon off, so I've got time to write!
That's it. I'm too tired to keep writting...
Good day or good night and take care!!!

martedì 18 novembre 2014

Study in Australia

Hi, guys, how is it going?
I've got so many news for you that I don't really know from where to start...
First of all, I think you've already seen it... I'm writting in english... Yeah, my blog is going to have two part. The first one will be in English and the second one in Italian... I reckon, some people that I met,  and mayne also some guys, from not italian speaker country would like to read my experience in Australia. So here I am!

I want to start saying that I'm still in Perth... That's not so expected, after one year travelling around Australia, and after that I changed the place who I call home more than ten times....
Anyway, yes, even if I'd love to visit other place, live other experience, now it's time to stay in some place longer...

I live in a nice Northern Perth's suburb called Carine. I share the house with a couple and a friend of mine. Their name are Jackson (Oz guy), Lisa ( Irish chick) and Valentina (italian).
Ah, I almost forgot to say that I share my house also with a lovely dog called Denzel!
I've found a good job just 10 minutes from my home, in a mediterranean restaurant, and a couple of other jobs in the city, as barista and waiter.

Many things have happened since I wrote my last post.
I studied again in Lexis School, for 2 weeks. I did Ielts preparation course... I did the exam.... and.... I got it!!!! I score enough point to apply for my Univeristy here.
I'm so proud of me! When I saw in my e-mail the exam score, with a good mark, I started to jump around, screaming for the happiness!
I needed and overall score of 6 with no band under 5.5 in each part.
I took 6.5 with 7.5 in speaking, 7 in reading, 6 in listening and 5.5 in writing ( as you can see, my wrtiting skills are not so perfect!)...

Anyway, I could apply for my school, and now, I'm almost officially an Oz Student.
I'm going to study at Polytechnic West. My course it will be Associate degree in Network Technology, with major in Network Security.
This school isn't a really University, in Australia they call it Tafe. Is between High school and Univeristy...

It's really common here. I spook with a colleague of mine and she said that, sometimes is better to study at Tafe than in a normal university, due to it is more focused on practice skills, which help you to find easily a good job.
So... Now I'm waiting for the 16th of February,when my course will strart.
I always practice my english, and this blog would be a good way to do it, because I'm terrified, that, when my teacher will start to speak, I won't understand a word! It's a good challange. It push myself to improve more and more... And when I'll do it, it will be really rewarding! Nothing's impossible!

It's weird like just a small smell could remember you home.
While I'm writting, I smelled from my open window, the scent of the grass and it remembered me, I don't know why, my house in Mediglia, when I was child and teenager...
I miss my house? Yes, a little, but I fell like I've just left my house. Time here has gone so fast, and It look like yestarday, that i took the plane from Malpensa!
I thought to go back Italy for the 28th november and stay there for one month. I wanted so much make a good surprise for my mum's birthday... She will turn 60! It's an important event, like my 30!
But money are always not enough and flight ticket is so f... expensive... And my aim is to study hard, get my degree, my permanent residence and my Oz citizenship, so I have to be focused on it, save money, improve english and live here!
I will skype with here! And It will be like to be together!

Considering that, now, I won't have a lot to write, because my life is just home/beach and work, I thought would be interesting if every day I'll post some australian news from the news paper. I'll comment it. I think in Europe, you didn't really know about what's happened here, so maybe it will be really interesting...

Ok, I swet a lot for write this post in english! :-)
I wish you, guys, all the best for this lovely week which has just started! Keep in touch!
Bye bye!

Ora arriva la parte in italiano....

Ciao ragazzi, come va?
Ho così tante notizie da darvi che non so da dove iniziare.
Beh, la prima l'avete già notata, una parte del mio blog sarà in inglese. Essenzialmente scriverò in tutte due le lingue, magari non nello stesso post come sto facendo ora, però cercherò di farlo il più possibile.
Lo faccio perchè tanti amici mi hanno chiesto di farlo, non capendo l'italiano e poi perchè è un ottimo esercizio.

Voglio partire dicendovi che sono ancora a Perth. Questa cosa non era così scontata, dopo un anno a girare l'Australia e dopo aver cambiato più di 10 case.
Ora, però è arrivato il tempo di stabilizzarsi un po' e di stare per un periodo medio-lungo in un posto.
Comunque il mio spirito vagabondo e la sete di conoscere altri posti e altra gente non si è ancora placata... Quindi vedremo come mediare le due cose!

Ora vivo in un sobborgo della città chiamato Carine, è a nord ed è una zona residenziale per famiglie. Le porte qua sono aperte, nessuno ruba niente e un parco bellissimo è il cuore della zona. Ogni giorno, a qualsiasi ora, puoi vedere persone con cani, bambini, passeggini, che passeggiano, fanno qualche sport, dal cricket al baseball, dallo skate al calcio , corrono o semplicemente si rilassano sull'erba. E' bellissimo!
Vivo in questa casa con una coppia e una mia amica italiana. Lui si chiama Jackson ed è australiano, lei, Lisa è irlandese.  Valentina invece è venuta a vivere qua a settembre.
Ah, mi stavo dimenticando che condivido la casa anche con un cane di nome Denzel!
Ho trovato lavoro in un ristorante a 10 minuti da casa mia e un altro paio di lavori in città, sempre come barista o cameriere.

Tantissime cose sono successe dal mio ultimo post.
Ho frequentato nuovamente la Lexis, per circa 2 settimane. Ho studiato per preparare il test Ielts, quello che certifica la conoscenza della lingua inglese.
E l'ho passato! Mi serviva un 6 di media e niente sotto il 5.5 in ogni materia. Questo per poter applicare alla mia università.
Ho preso 6.5 come media, con allo speaking 7.5, al reading 7, al listening 6 e al writing 5.5 ( il mio punto debole, come si è capito anche dalla mia prima parte del post in inglese)...
Comunque sono così fiero di averlo passato al primo colpo e con discreti voti, anche considerando che stiamo parlando dell'ielts accademico e non del general che è comunque difficile, ma relativamente più facile...
Quando mi è arrivato il risultato via mail ho cominciato a saltare per la stanza e urlare di gioia!
Non mi andava di riprovarlo, anche per il prezzo di 350$...

Comunque ora ho potuto mandare l'iscrizione alla scuola e sono quasi ufficialmente uno studente australiano.
Studierò al Polytechnic West, un corso di nome associate degree  in Network technology, con indirizzo sulla sicurezza delle reti.
La scuola che andrò a fare, è molto comune in Australia. Non è una vera e propria università, ma una via di mezzo tra questa e una scuola superiore. E' come fosse un corso professionale, ma il cui titolo viene considerato come una laura.
Una mia collega, anzi, mi ha confermato che dopo il Tafe è più facile trovare lavoro che dopo una normale laurea, perchè questo è finalizzato a darti delle abilità pratiche, subito spendibili nel mondo del lavoro.
Quindi, ora aspetto il 16 di febbraio, quando questo corso inizierà.
Sto continuamente studiando inglese, con video, film e sto cercando di migliorare la mia capacità di scrittura in questa lingua. Questo blog mi può davvero essere utile in questo senso!
Devo migliorare ancora l'inglese perchè sono terrorizzato che il primo giorno di scuola, quando il prof entrerà dalla porta io non capirò una parola! :-(
E' una bella sfida, che mi spinge a dare sempre di più, ma con la consapevolezza che niente è impossibile.

E' strano come ogni odore ti possa ricordare casa.
Mentre sto scrivendo entra dalla finestra aperta un profumo di erba tagliata, che, non so perchè, mi ricorda la mia adolescenza, quando abitavo a Mediglia!
Mi manca casa? Si, un po, ma il tempo qua scorre così veloce, che mi sembra veramente ieri il giorno in cui ho preso l'aereo dalla Malpensa per venire qua!
Ho pensato di tornare a casa per il 28 novembre, e fare una bella sorpresa alla mia mamma, il giorno del suo compleanno, del suo 60esimo compleanno! Una data importante, come i miei 30!
Purtroppo non posso. I soldi non bastano mai e il biglietto aereo è veramente costoso.
Comunque il mio obiettivo ora è studiare sodo, ottenere il diploma, la residenza permanente e la cittadinanza. Quindi devo stare concentrato su questo, mettere via più soldi che posso, migliorare l'inglese e vivere qua. Ci sarà l'occasione di tornare!
Comunque per il suo compleanno ci sentiremo in skype e sarà come essere insieme.

Considerando che adesso non avrà più molto da scrivere, passando le mie giornate a casa/spiaggia e al lavoro, ho deciso di pubblicare ogni giorno una notizia presa dal giornale, perchè penso che in Europa le vicende che accadono qua non sono per niente conosciute. Credo possa essere interessante quindi scrivervi di fatti del quotidiano australiano, con qualche commento.

Ok, ragazzi! Questo è il primo post bilingue, non vi nascondo quanto ho faticato per farlo!
Ci sentiamo presto!

lunedì 1 settembre 2014

Che cosa facevo in cattle station?

Ciao ragazzi! Vi ho raccontato delle mie disavventure per raggiungere la farm, ma ,una cosa che molti mi hanno chiesto ,e' che cosa facevo effettivamente li. Qual'era il mio lavoro?
Vi sto parlando al passato ,perché da quasi due settimane sono tornato a Perth, avendo finito i miei 88 giorni. Addirittura ,vi sto scrivendo dopo aver già ricevuto il mio visto per il secondo anno!
Tornando all'argomento principale ,vi posso dire che erano diversi i lavori da svolgere. Infatti ,un giorno non era mai uguale a quello successivo. Se alla mattina tagliavi il ferro, il pomeriggio usavi il trattore. Se un giorno guidavi la jeep per chilometri e chilometri giusto per verificare che le cisterne di acqua fossero piene, il giorno dopo, mandriavi le mucche con moto aereo o elicottero.
Questa cosa ,sicuramente ,ha fatto si che il tempo passasse velocemente e che anche nella stanchezza trovassi sempre nuovi stimoli.
Riassumendo ,le attività che ricorrevano erano essenzialmente tre. 
Costruire tre nuovi recinti per le mucche. Ognuno destinato a circa mille capi.
Controllare le cisterne e ,nel caso non ci fosse stata acqua, trovare il guasto e  ripararle.
Sistemare o costruire ,ex-novo ,le recinzioni che dividevano come una scacchiera il terreno. Queste erano fatte di tre fili di ferro e uno di filo spinato. Immaginate chilometri e chilometri di fili metallici.
Un altro lavoro che ho svolto per due volte, ciascuna composta da un paio di giorni, e stato mandriane le mucche. Era l'attività più divertente!
A tutto questo, metteteci anche riparare qualsiasi cosa andasse usata, essendo tutto materiale e macchinari molto vecchi.
Ho quindi cambiato e riparato gomme, smontato, pulito e rimontato i filtri di olio e carburante di moto, trattori, auto e generatori; installato l'antenna, tagliato l'erba con il trattorino, preparato e spalmato il cemento, guidato il trattore per raccogliere sabbia e spostare oggetti pesanti. 
Un altro compito era controllare, sparando, che dingo e asini non si aggirassero per la proprietà.
I dingo perché pericolosi per le mucche e gli asini perché dannosi per taniche, tubi e recinzioni.
Mi sono quindi scoperto meccanico, muratore, cacciatore e saldatore!

Cosa vuol dire mandriare le mucche?

Immaginate un territorio che vada da Piacenza a Milano. Immaginate che in questa arida distesa non ci sia niente se non qualche mulino a vento e qualche cisterna d'acqua.
Ora pensate che in questo terreno ci siamo più di 10 mila mucche, che pascolano liberamente a branchi di 3/5/8.
Ok, ora pensate di doverne cercare circa un 1500 capi, radunarle e spostarle per un centinaio di chilometri fino ai recinti.
Ecco se non riuscite ad immaginare ancora la scena, vi posso aiutare dicendo che per scovarle nel territorio e radunarle si usava un aereo e due elicotteri.
Ora che avete capito di che dimensioni stiamo parlando, vi posso raccontare nel dettaglio il lavoro del cowboy.
La mattina presto, caricate le moto su delle jeep ci dirigiamo nel terreno stabilito, scarichiamo i mezzi, le taniche di benzina, ci dividiamo i compiti ( chi su due ruote, chi su quattro e chi in elicottero) e le radio e siamo pronti a iniziare la giornata.
Una squadra di circa due moto, guidati per radio dall'aereo, ha il compito di scovare le mucche, che a branchi di 3 o 4 pascolano libere e felici. Una volta trovate, con clacson, urla e sgasate, cercano di spostarle verso una radura. Questo lavoro viene ripetuto più e più volte finché nello spiazzo non sono radunate circa un migliaio di capi. A questo punto, con l'aiuto delle altre moto delle jeep e degli elicotteri, inizia lo spostamento verso i recinti. Si cercava di spingerle instradandole e scortandole. 
Non mancavano le soste per far rifiatare e bere il bestiame o quelle dovute alla fuga di qualche esemplare. Che andava rincorso, catturato e rimesso nei ranghi.
La giornata era lunghissima, sotto il caldo e con solo una tanichetta di acqua a forma di zaino sulle spalle. La polvere ti entrava ovunque e i rami ti graffiavano ogni parte non coperta del corpo.
Nonostante questo però, il lavoro era molto divertente e senza dubbio unico. Un'esperienza che mi rimarrà a vita. Come anche il resto del tempo passato nella cattle station.

C'è chi parla del mal d'Africa, come di quella sensazione di nostalgia che ti prende quando sei lontano da un posto che ti ha colpito e ti entrato nel cuore e nella mente. Ecco, non siamo in Africa, ma sicuramente l'outback Australiano mi è entrato dentro. La sua terra rossa, la sua selvaggia e sterminata pianura. I suoi animali. I suoi tramonti. Tutto mi rimarrà dentro, e anche ora che sono in città e sento il rumore delle auto e dei bambini che giocano al parchetto, ho ancora nelle orecchie il silenzio delle notti, interrotte solo dal gracchiare di qualche rana o dal muggito di alcune mucche.
Ho ancora negli occhi la luce della luna piena, che rischiara a giorno l'aia della fattoria. Il luccicare delle stelle, che a milioni si presentavano ogni notte e della via lattea, che divideva a metà l'arcata celeste.
Vedo ancora i canguri che all'alba come al tramonto saltano via, impauriti dalla nostra jeep. 
Tutto questo mi ha reso un po' più uomo e sicuramente più consapevole di quello che può essere realmente necessario e di ciò che invece è superfluo.
Sono grato a questa esperienza e sicuramente consiglio a tutti di viverla! 

sabato 30 agosto 2014

Cattle station

Ciao amici!
Ho tantissime storie da raccontarvi, e non so da dove cominciare!
Sono successe tante di quelle cose che questo post sarà lunghissimo.
Eravamo rimasti al mio lavoro come geometra.
Benché la paga fosse molto buona, fin da subito ho pensato di lasciarlo, causa la ripetitività del lavoro e la durata (11/12 ore) delle giornate che era estenuante.
Praticamente mi svegliavo alle 5.15, colazione e via verso l'ufficio. Da qui prendevamo la jeep del capo e insieme al mio collega/capo, Andy, ci dirigevano verso i vari cantieri.
Andy e' un irlandese che vive a Perth da quasi due anni. Abbastanza simpatico, ma super/iper stacanovista....
In cantiere il mio compito principale era di rilevare delle posizioni ( confini, margini di una strada, perimetri delle case) con il gps e martellare nel terreno un paletto di legno lungo un metro e venti. Questo serviva ad indicare il punto preciso a chi poi doveva scavare/costruire.
Questo lavoro, come vi ho già detto, andava avanti per ore e ore.
Non soddisfatto di come stava andando la mia vita australiana e messi via un po' di soldi, ho deciso di cambiare, ancora.
Ho messo un annuncio sul sito gumtree ( trovi e vendi di tutto) dove mi rendevo disponibile per un lavoro in farm, anche non pagato, ma che mi permettesse di completare i miei 88 giorni di lavoro in una zona rurale.
Due persone mi hanno chiamato. La prima a sud di Perth, per la raccolta di frutta e verdura e la seconda per un lavoro in una cattle station.
Quest'ultima è una fattoria che si occupa di allevare, marchiare/vaccinare le mucche per poi rivenderle.
Non pensate ad una normale fattoria italiana, in cui le mucche stanno chiuse in mangiatoie e le cui dimensioni sono ridotte.
Dovete pensare a immensi terreni, dove le mucche pascolano libere e dove per radunarle si deve usare l'aereo, l'elicottero, moto, quad e fuoristrada.
La fattoria in cui mi trovo ha un terreno immenso. Dalla strada principale da cui inizia la proprietà, ho guidato per 180km prima di arrivare alla casa.
Avete letto bene. Praticamente lo spazio tra Milano e Genova.
E se pensate che la casa e' al centro del suo territorio, vi siete fatti l'idea di quanto può essere immensa.
Capitolo arrivo in farm.
Guidando verso la fattoria, si deve lasciare la strada principale ed entrare su un sentiero sterrato di terra rossa. Ad un certo punto, il terreno, lascia lo spazio alla sabbia rossa. Ecco, esattamente in quel punto la mia auto si è insabbiata, senza possibilità di muoversi.
Mi sono trovato così nel mezzo del deserto rosso, a circa 40 km dalla casa, bloccato, sotto un sole cocente.
Sapevo di non essere spacciato, perché avevo chiamato i proprietari dicendo loro che se non mi avessero visto arrivare entro le 16.00 di venirmi a cercare.
Però, non potevo accettare questa sconfitta, così, ho deciso che dovevo riuscire ad uscire da quella situazione con le mie mani!
L'unico mezzo che avevo per scavare erano le pinne da snorkeling e le mie mani!
Ho iniziato a scavare e liberata la gomma, che era completamente affossata nella sabbia, ho messo due teli da mare sul terreno. Nella mia testa c'era l'idea che i teli avrebbero fatto da base per non fare affossare di più l'auto.
Questa cosa non e' servita. I teli sono a loro volta affondati nella sabbia e la frizione delle gomme su di essi, ne ha lacerato il tessuto.
Per inciso, mi piacevano quei teli da mare. Li ricomprerò!
Ad un primo tentativo infruttuoso, quindi ne è' seguito un secondo.
Ancora ho scavato con la pinna e le mani, ho tracciato due solchi verso una parte della strada che mi sembrava più solida e ho provato di nuovo e cercare di muovere l'auto.
Mentre lo facevo pensavo a quando in montagna, sono rimasto incastrato nella neve. Ho quindi provato ad andare avanti e indietro, per una decina di volte. L'auto cominciava a muoversi, ma anche a puzzare di bruciato.
Alla fine, non so per quale miracolo sono riuscito a muoverla e a salvarmi da quel pasticcio.
Posso dire che la neve mi ha salvato dal deserto!
Una volta rimessa in moto la macchina ho deciso che la velocità mi avrebbe aiutato a non ribloccarmi.
Ho quindi guidato per i restanti 40 km a una velocità di 80/100 all'ora.
Le curve le facevo a modi really. Contro sterzando per non finire lungo, fuori strada o contro un albero.
Ma alla fine questa strategia mi ha salvato e sono arrivato a destinazione.
Questa storia che vi sto dicendo, naturalmente non l'ho scritta ai miei famigliari.
Infatti, arrivato e sistemate le mie cose, ho chiesto alla proprietaria se avessi potuto mandare una mail a casa.
In questa mail ho scritto che era andato tutto bene, la strada era bella e lo sterrato era solo per pochi km. Questo naturalmente per non fare preoccupare. 

I proprietari che vivono in questo posto sono marito e moglie. Lei ha 32 anni e lui 43. Hanno anche una bambina di 3 anni.
Vi dirò di loro più avanti, per ora sembrano veramente brave persone.
Parlando, stasera ,ho capito che hanno deciso di vivere qua per cercare di stare insieme il più possibile.
Lui infatti era un camionista, di quelli che fanno lunghe tratte, e vedeva la moglie una volta o due a settimana. Quando è' nata la piccola, hanno deciso che dovevano stare più vicini, così hanno deciso di venire qua.

Per i prossimi tre mesi vivrò in questa fattoria. Ho una mia dependance. Con cucina, camera da letto, living room, bagno, wc. Una piccola casa.
Naturalmente molto molto rustica.
Ragni e serpenti potrebbero essere ovunque. Speriamo bene.
Vi racconto ora un piccolo aneddoto di stasera.
Faccio per andare in bagno, e vedo tre rane proprio sulla finestra di quest'ultimo. Penso che le rane non sono velenose e così alzo la tavola del wc, e da li, saltano fuori 5 o 6 rane! Incredibile, non sapevo cosa fare!
Una a una le ho cacciate fuori o dentro la tazza, tirando la corda.
So che domani le ritroverò esattamente nello stesso punto a farmi compagnia.
Quella delle rane in Australia mi mancava!
E' cattivo da dire, ma domani mi procurerò del veleno da spruzzare un po' ovunque.

La signora mi ha dato qualche consiglio per evitare serpenti e ragni velenosi. Mi ha detto che qua sono molto più che frequenti. Mi immagino già, nel sonno, qualche essere strisciante o peloso, camminarmi addosso. Brrrrr... Non ci devo pensare!
Spero veramente di sopravvivere a questa esperienza. 
Se leggerete queste mie righe vorrà dire che ce l'avrò fatta. Altrimenti vi saluto e vi ringrazio! 

giovedì 15 maggio 2014

Trent'anni australiani

Ciao ragazzi! Oggi vorrei fare un augurio speciale a me stesso! Gli ultimi 10 anni hanno fatto un po schifo... Spero nei prossimi 70! Tengo duro, anche se non e' facile! Inglese ancora traballante ( a volte pero' mi do delle soddisfazioni es: telefonate o capire film e canzoni) , lavoro duro. Molte ore e schiena a pezzi! Futuro incerto! Ma come ho detto, tengo duro e come si dice qua :" fuck off and keep going!"
Ciao ragazzi! 
E tanti, tanti auguri a me!